giovedì 27 febbraio 2014

Grillo e la libera espressione

Dal blog Nonleggerlo, ho avuto modo di scoprire come Grillo ha un rapporto ambiguo con la libertà di espressione. In un comunicato politico pubblicato nel suo blog, chiamato comunicato quarantacinque, potete leggere questo:


Diciamo che le intenzioni erano buone, si è perso per strada.

mercoledì 26 febbraio 2014

Poverina

Facciamo una colletta per l'assessore al lavoro della giunta Crocetta Ester Bonafede, che a causa della spending review il suo stipendio al netto delle tassazioni sarà solo... 5.440 €.

Politici o sedicenti tali, avete rotto! Anzi iniziate anche a rinunciare a tutti i benefici.

martedì 25 febbraio 2014

Lavoro, disoccupazione, reddito... No Juve-Toro.

In Italia si muore di fame, ma in parlamento si da battaglia per il campionato di Serie A, la cui regolarità è tanto a cuore all'on. Marco Miccoli, deputato del Pd, che con una nota dichiara questo:

"Quello che sta succedendo nel campionato di calcio di serie A è davvero preoccupante. Sembra di essere di fronte ad una nuova Calciopoli, con errori e favoritismi a raffica, da ultimo quelli verificatisi ieri nel derby di Torino. Per questo chiedo al nuovo presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi di verificare e garantire la trasparenza del massimo campionato italiano. Anche in presenza di tanti problemi in Italia, ritengo che assicurare la correttezza del gioco più amato non possa che dare il segno di un Paese che cambia verso, dove viene premiato il merito e non le vecchie consorterie che speravamo aver scacciato e allontanato".

Poi faccio un giro su Twitter e scopro questo:



Tifoso della squadra che si sta giocando il campionato con la Juve, uno disinteressato insomma.

 Quindi, disoccupazione giovanile? Lavoro? Immigrazione? Reddito minimo? Tasse? Cuneo fiscale? Finanziamento pubblico ai partiti? No no, in parlamento si parla del rigore per il Torino contro la Juventus.

Ieri al senato...


Un momento!! Ma quello non è Verdini?? Quello del 99,2% di assenze?? Se Renzi è riuscito a portare lui in parlamento, può davvero fare di tutto.

domenica 23 febbraio 2014

Briatore, ma vai a cagare!


Il Corriere sbadato

Potrete chiedevi che c'è di strano, il Corriere che twitta la vincitrice del festival. Il punto è che ancora Fazio non aveva annunciato il vincitore! Può anche essere che la stampa lo sappia prima, però un po' d'attenzione in più a non farsi partire la bozza no? Infatti non a caso questo tweet è stato cancellato e la vincitrice è stata annunciata dieci minuti dopo.

Tema della domenica: il tempo.

Dove va il tempo che passa? Questa è la domanda che pare Albert Einstein abbia rivolto al matematico Kurt Godel.
Da una domanda puerile si scatenano infinite teorie filosofiche. Sant'Agostino diceva che il tempo non scorre, viviamo solo il presente e identifichiamo il passato e il futuro solo nel ricordo e nell'attesa. Però non voglio annoiare parlando di filosofia, anche perché su un tema del genere dovrei prima capirla io. Non voglio neanche cercare di dare una risposta a questa domanda, perché non c'è, come la maggior parte dei paradossi e delle domande che i grandi filosofi si sono posti sull'esistenza di Dio, ma se ci fosse sarebbe comunque soggettiva.

Volevo però lasciare chi legge questo post, con un quesito meraviglioso che riguarda il nostro più grande nemico, il tempo, che scorre inesorabile portandosi via la nostra giovinezza e quella dei nostri cari. Certo, è anche vero che spesso il tempo è anche un grande alleato che ci aiuta a dimenticare momenti brutti e tristi. Ma che sia nemico o alleato tutto dipende da come lo viviamo noi, anche questo diceva Sant'Agostino, è il nostro animo a misurare il tempo e non gli astri.

Perciò visto che non potremmo mai bloccare il tempo che scorre e visto che non sapremmo mai dove andrà a finire una volta passato, vivete ogni secondo senza rimandare niente, perché magari le persone aspettano, il tempo no. Non vivete i vostri giorni perennemente nell'ozio e cercare di sfruttare tutte le occasioni che la vita vi pone davanti e soprattutto, non abbiate paura della morte, vivetevi la vita.

Buona domenica.

sabato 22 febbraio 2014

La coeRenzi del responsabile della comunicazione Pd

Da un utente Twitter molto attivo nel social, @Virus1979C, ho avuto modo di scoprire, attraverso il suo retweettare (termine comune su Twitter) vecchi tweet del responsabile della comunicazione del Pd, Francesco Nicodemo, che in questi mesi ha avuto delle opinioni diciamo... Molto malleabili.

Qui critica pesantemente Alfano per il caso Shalabayeva.


Ora tocca alla Lorenzin, Lupi e soprattutto Franceschini


 Ma il tweet meraviglioso è questo.


Alfano, Lupi, Casini, Lorenzin, Giovanardi, Franceschini. Chi al governo e chi in parlamento, sono tutti sostenitori del governo Renzi.

Signor responsabile della comunicazione, non è per insegnargli il mestiere, ma in politica le cose cambiano continuamente non era il caso di essere, appunto, un po' più responsabile?

venerdì 21 febbraio 2014

L'incontro-scontro tra Renzi e Grillo

A due giorni da quel faccia a faccia tra Renzi e Grillo si possono tirare un paio di somme. È chiaro come i due rappresentino due facce della stessa medaglia: l'Italia.
Borghese che da ancora fiducia alla politica è quella di Renzi, disperata, esasperata e completamente sfiduciata è l'Italia rappresentata da Grillo.

Renzi rappresenta la politica riformista che vuole cambiare il paese attraverso una massiccia azione di riforme, cercando di collaborare anche con quei gruppi politici che in campagna elettorale fanno parte di schieramenti diversi. La sua agenda è chiara: a febbraio riforme costituzionali e legge elettorale, a marzo lavoro, aprile pubbliche amministrazioni e maggio fisco.

Grillo vuole distruggere il sistema che ha retto e regge fin ora, lo ha sempre criticato anche nei suoi spettacoli da comico e sempre ribadito nei comizi da politico. Ed è disposto a tutto pur di riuscirci, anche sacrificare la democrazia che, inutile negarlo, nel suo movimento non c'è. Basti pensare i quattro senatori che si sono permessi di criticarlo e che sono stati messi alla berlina nel suo potente blog. Per riuscire nel suo intento Grillo ha bisogno il 51% del parlamento, perché lo ha ribadito più volte, inciuci mai con nessuno.

Due politiche completamente diverse insomma e non sorprende il duro incontro-scontro delle consultazioni, diversi anche nel linguaggio. Pacato e immobile Renzi, furente e aggressivo Grillo. Oggi l'Italia è racchiusa li in quello streaming, una fotografia del nostro paese.

giovedì 20 febbraio 2014

Arte svalutata 2^ parte

Dopo l'opera d'arte stuccata dagli operai, a Bari una signora delle pulizie non si accorge che della spazzatura è in realtà opera d'arte e la consegna agli operatori ecologici.

Purtroppo (secondo me per fortuna) non tutti capiscono il sottilissimo filo che separa opera d'arte da spazzatura.

mercoledì 19 febbraio 2014

I ristoranti spagnoli

Per gli spagnoli la parola mafia deve essere un sostantivo talmente accattivante che hanno deciso di chiamare in questo modo i ristoranti come potete vedere da questa foto che ho preso dal profilo Twitter di Sonia Alfano:


Il Grillo cantante

Chi ha letto qualche pagina di questo blog sa bene la mia criticità nei confronti di Grillo e del suo movimento pentastellato, però io sono un'amante della verità e non fatico a dire che quello che ieri sera ha detto Grillo, seppur enfatizzato da tanta retorica politica, sia in gran parte riscontrabile con dati e situazioni vere.
Oltre tutti i numeri dei bilanci è ormai fatto noto la strigliata della Corte dei Conti che afferma come la Rai "non ha ancora perfezionato un rigoroso piano di razionalizzazione e contenimento dei costi". In pratica o si tagliano i costi (a maggior ragione quelli del festival) o si aumenta il canone. Enorme è la verità che l'Italia, che dovrebbe essere in cima tra le democrazie del mondo, sia alla posizione 57 nel 2013, nella classifica della libertà di stampa, paesi come Niger, Nuova Guinea e El Salvador ci stanno avanti. Ma qui c'è poco da sorprendersi visto il conflitto di interessi di Berlusconi che, da padrone di Mediaset, facendo il premier diventava anche responsabile della Rai. Infatti parecchi uomini dell'ex premier hanno fatto i direttori dei Tg Rai, per esempio, nel Tg1: Carlo Rossella, Clemente Mimun (lui anche nel Tg2) adesso direttore del Tg5, Augusto Minzolin senatore di Forza Italia. Tutti uomini di Silvio, in carica nei periodi in cui era premier. Per cui cosa c'è di sbagliato in a quello che dice Grillo?
Un altro argomento toccato dall'ex comico è il caso De Benedetti definendolo addirittura "ventriloquo" di Renzi. Adesso questa può definirsi come uno dei soliti sproloqui di Grillo, ma il dubbio viene, eccome se viene, dopo la chiacchierata di Barca con il finto Vendola, che dice di avere avuto pressioni proprio da De Benedetti per fare il ministro.
Come ultimo tema, lascio uno che mi sta particolarmente a cuore e che spero davvero il M5S faccia di tutto per impedirlo. Mi riferisco a quei decreti dove si mischia di tutto e quindi se non sei d'accordo su una cosa sei costretto a votarlo perché sei d'accordo su un'altra cosa. Come quello dei 7,5 miliardi alla banca d'Italia, di cui ho parlato nel blog, dov'è mischiato l'aumento di capitale alla banca con l'annullamento della seconda rata dell'imu, quindi se non sei d'accordo sull'uno, di conseguenza non lo sei neanche sull'altro e viceversa.
Ma queste sono battaglie che, ahimè, pare che solo Grillo tenga a combattere.

lunedì 17 febbraio 2014

I dolori del giovane Civati

Pippo Civati sin dalla nascita del governo Letta ha mostrato una profonda sofferenza alle larghe intese, non partecipando al voto di fiducia. È stato anche il più acerrimo nemico dei 101 traditori che fecero mancare i loro voti per l'elezione di Prodi a presidente della Repubblica.
Credo non ci sia niente di scandaloso nel dire che Civati è uno dei pochi (pochissimi direi) rimasti, che nel Pd hanno l'asse spostata verso sinistra, ed è proprio questo quello che in questo momento non gli fa vedere le cose come stanno. Provocatoriamente parla di Nuovo Centrosinistra, che a suo modo di vedere potrebbe essere rappresentato da Sel e fuoriusciti del M5S, ma quanto è credibile questo scenario? Civati continua a spingere il Pd verso una sinistra che in parlamento non è rappresenta da nessun'altro se non da Sel e il Pd stesso (anche se in questa legislatura abbiamo visto poca sinistra). Ma purtroppo per Pippo, Sel non ha i voti per tenere in piedi una maggioranza al senato e sperare nello smembramento di metà del gruppo dei grillini è volersi male. Recentemente ha affermato che non è sicuro di votare la fiducia al nascente governo Renzi, evidentemente condividere le poltrone della maggioranza ancora con Giovanardi e Formigoni gli viene troppo difficile, ma insieme a lui sembrano essercene altri 10, sarà scissione?

domenica 16 febbraio 2014

#freeluxuria

Credevo che l'Unione Sovietica si fosse sciolta e la Russia fosse diventata una democrazia. Invece la vergogna di Putin sembrerebbe non avere fine e ha riportato il paese anni e anni indietro con quest'avversione, anzi oserei dire persecuzione, nei confronti degli omosessuali. Vittima del giorno è la nostra Vladimir Luxuria, arrestata per aver mostrato una bandiera dell'arcobaleno a Sochi.


Tema della domenica: il Costituto Senese 1309

Ho deciso che la domenica parlerò di un tema in particolare, possibilmente fuori dal concetto di svalutazione (non monetaria), che di solito primeggia in questo blog.
Sapete che internet è un qualcosa di meraviglioso, attraverso il quale si può scoprire un mondo intero. Io ho scoperto un argomento bellissimo, quello del Costituto Senese. Consiste in una serie di leggi e norme che regolavano l'amministrazione del comune di Siena, tradotte in volgare nel 1309 in modo da farle leggere anche a chi non conosceva il latino, un passaggio meraviglioso è quello che chi governa deve avere a cuore "massimamente la bellezza della città, per cagione di diletto e allegrezza ai forestieri, per onore, prosperità e accrescimento della città e dei cittadini”.

In pratica si cercava di tutelare sia i cittadini di Siena, ma anche gli stranieri, che sì, possiamo identificare come gli immigrati di oggi. Si parla del 1309, più di 700 anni fa la politica mirava a migliorare la città anche per garantire divertimento e benessere agli stranieri. Nel 2014 abbiamo ancora la Bossi-Fini, una legge a causa del quale se aiuti in mare un barcone in fiamme rischi di essere processato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. È da una vita che la politica ha individuato i principi fondamentali della buona amministrazione sia per i cittadini sia per gli stranieri, una politica che pensa solo ed esclusivamente ai loro interessi, pensate alla nostra Costituzione è poesia allo stato puro. A tutti consiglierei di leggersi i principi fondamentali, capolavoro di democrazia. Io credo che quando tutto questo entrerà realmente in vigore, il nostro sarà un Paese bellissimo.

sabato 15 febbraio 2014

Grillo a Sanremo

Notizia fresca di stamattina, Grillo martedì sarà a Sanremo, prima fuori l'Ariston poi dentro. Qui su lo Svalutato ipotizzo un feat con Masini, questa sarà la canzone:


venerdì 14 febbraio 2014

Morale della favola

E' importante dire una cosa. Su tutto c'è una morale, un insegnamento. Quello di queste settimane è che se Renzi vi dice di stare sereni, toccatevi le palle! Fatelo per voi.

chi risponde a queste domande?

Mettersi in gioco è ciò che tutti i politici con un certo consenso elettorale sono obbligati a fare. Ormai è dal 2010, anno della prima leopolda, che Renzi ha un sempre più crescente consenso elettorale. Va da se' che in pochi mesi sia riuscito a diventare il capo del Partito Democratico e adesso si accinge ad esserlo anche del governo. Ma quanto conviene a Renzi governare con questa maggioranza? Sicuri che il Nuovo Centrodestra sia completamente svincolato da Berlusconi? Io sinceramente non riesco a capire come è possibile che dei fidi belusconiani come Alfano, Cicchitto, Lupi, Schifani e Giovanardi, che fino a qualche giorno prima di fondare il Ncd difendevano a spadatratta B. dalla decadenza in tutti i talk show, adesso siano svincolati da lui, così tanto da fare un patto di governo con il Pd arci nemico (ridete vi è concesso), del loro leader, facendolo recentemente decadere. Ma soprattutto, non si era detto mai più larghe intese? Che senso ha formare un governo con la stessa maggioranza di quello precedente e con chi dice "non vogliamo un governo di centrosinistra", (parola di Alfano)? E se andasse male il Pd rischierebbe di bruciare l'unico cavallo di razza che gli è restato prima ancora di iniziare, se andasse male che carta giocheranno contro B. che nel frattempo si metterà in sesto? Domande che nel in quel del Nazareno nessuno si è posto.


#enricostaisereno

Prima:



Dopo:


mercoledì 12 febbraio 2014

Questi si che sono furti aggravati


Neanche davanti alla povertà e disperazione certa gente prova pietà.

"Sì la manderei mia figlia ad Arcore"

Su l'espresso ho avuto modo di vedere come la svalutazione di certi valori sia sempre più dilagante. Ma andiamo con ordine, il 12 febbraio su Libero spunta questo articolo:


E' nato il club "mamme per la libertà", ovvero giovani mamme a sostegno di Silvio Berlusconi. Sull'espresso ecco il video dell'intervista al presidente del club.




Purtroppo il virgolettato del titolo è vero, manderebbe la figlia ad Arcore. #svalutation allo stato puro.

martedì 11 febbraio 2014

Quella toga che evoca vecchi ricordi

Di Pietro si è rimesso la toga per difendere l'idv costituitasi parte civile al processo sulla compravendita di senatori.


La coerenza a 5 stelle

Proprio oggi Grillo sta bombardando la rete con l'hashtag #napolitanoavita, che sembra più un coro da stadio che altro, ecco cosa diceva a Napolitano nel 2011. Si proprio così, lo invitava a fare un colpo di stato!

lunedì 10 febbraio 2014

Svizzero? No grazie

Si sta parlando molto di quello che è successo in Svizzera con il referendum popolare che mette un tetto all'immigrazione. I sì hanno avuto la media dei cantoni di 50,5% i cantoni di lingua tedesca e italiana si sono espressi più di tutti verso il sì, sopratutto nel Canton Ticino, il cantone italiofano hanno votato sì il 68% dei votanti. È quindi a rischio il lavoro dei frontalieri, gli italiani sono circa 60 mila.

Che reazione dovrebbe avere il governo italiano? Senza dubbio dire che quel formaggio di plastica con i buchi, che non voglio scrivere sennò farei pubblicità, se lo mangiassero loro, perché noi abbiamo la grana padano, fontina, parmigiano reggiano, ricotta, ricotta salata, provola siciliana e tantissimi altri. Poi, chi se ne frega del cioccolato, noi abbiamo la gianduia! Senza contare che ce l'abbiamo noi il cioccolataio più bravo al mondo.
Ma purtroppo non lo faranno e non lo faremo neanche noi consumatori.

Arte svalutata


Potete chiedermi cosa sia. Potete pensare che ho tentato di appendere un quadro al muro, ma non mi è  riuscito di mettere il chiodo. Oppure potete pensare che sto ridipingendo casa e ho staccato tutti i chiodi presenti nei muri. Ci sta. Ma potreste mai pensare che questa cosa sia un'opera d'arte, un capolavoro?!
Purtroppo lo è invece, non per me ovviamente, che sono un cretino che non capisce niente in materia, ma per chi "capisce" d'arte si. Non lo era neanche per quell'operaio, che vedendo un buco nel muro lo ha giustamente coperto con lo stucco tanto per precisare. Io sono convito che oggigiorno chi capisce d'arte ne capisce meno di chi non ne capisce e questo buco nel muro lo dimostra.
Un po' come questo quadro:


Questl'altro capolavoro di Barnett Newman è stato comprato 34 milioni di euro da un collezionista.
Io sono tanto curioso di sentire un critico d'arte spiegare quest'arte, poi però lo vorrei sentire spiegare  Caravaggio, Michelangelo, Leonardo, Pinturicchio, Raffaello, non so magari è la stessa e non me ne sono accorto.

Mo' me lo segno (parte 2)

Mi era sfuggita una notizia di qualche giorno fa e che mo' mi segno. Riguarda Matteo Salvini e ormai sapete quanto a me piaccia parlare di lui:



Immagini prese da articoli di lettera43 e termometropolitico.

Ha anche aggiunto: "non ci sentiamo legati a nessuno a prescindere dalla legge elettorale che ci sarà". Avrà avuto forse rassicurazioni dal santo protettore della LegaSilvio Berlusconi? Si perché solo grazie a Silvio potrà esserci il così detto "Salva Lega", la norma attraverso la quale un partito può ottenere seggi in parlamento se raggiunge il 9% in almeno tre regioni. 
Come Renzi caro il mio Salvini mi segnerò queste tue parole e siccome si parla di Lega, sono sicuro che te le rinfaccerò a tempo di elezioni.

venerdì 7 febbraio 2014

Mo' me lo segno

Stamattina il segretario del Pd Matteo Renzi rispondendo ad un tweet ha scritto questo:


In pratica ha detto che no farà un governo con Silvio. Mo' me lo segno...

lunedì 3 febbraio 2014

Un comunicatore responsabile.

Il responsabile della comunicazione del M5S, Claudio Messora, si dimostra anche un comunicatore responsabile con questo tweet che poi fa quasi subito sparire, non prima però che venga inglobato dalla rete:

Certo, non è  che la Boldrini stessa, sempre infuocata dal suo evidente femminismo, individuando nel blog di Grillo "potenziali stupratori", faccia una bella figura, considerando il suo importantissimo ruolo istituzionale, ma c'è da dire che Grillo non gli sta riservando un trattamento consono ad una presidente della camera:

Foto presa da @ItsCetty
 
Senza dubbio vuole approfittare del fatto che la Boldrini sembra essere in grande difficoltà nel svolgere il suo ruolo, infatti perché questo comportamento non ce l'ha mai avuto con il presidente dell'altra camera, il senato? Forse perché sa di certo che Piero Grasso, che nella sua carriera ha avuto a che fare con i peggio criminali e mafiosi d'Italia, non si farebbe intimidire da quattro frustrati leoni da tastiera?

sabato 1 febbraio 2014

1 febbraio 1945

Un giorno come oggi di sessantanove anni fa le donne hanno acquisito il diritto di voto. Avranno fatto pompini a qualcuno? Magari ce lo spiegherà De Rosa.

Grillini dove siete??

In aula si discuteva del ddl sulla terra dei fuochi, circa tre milioni di metri quadri di terra campana devastata dalla "munnezza" venduta alla camorra a pochi spiccioli e poi bruciata, che sta distruggendo l'economia locale, come per esempio la mozzarella di bufala campana, che ad oggi ha un mercato molto ridotto rispetto a prima e che sta alzando di molto la mortalità per malattie neoplastiche. Ma mancava qualcosa, li in alto dove amano stare i grillini si ci accorge che c'era un buco.


Accidenti!! Ma mancano proprio o grillini!! Qui su lo Svalutato, in esclusiva (ma anche no), vi sveliamo dov'erano:


Eccoli! Avevano l'udienza dal capo. Guardate che carino il prode Crimi in fondo. 
Mi pare giusto e importante l'impeachment a Napolitano, chi se ne frega della terra dei fuochi.