giovedì 19 dicembre 2013

Sesso da contratto

Durante la perquisizione della segretaria dell'assessore regionale umbro Luigi De Fanis, arrestato con l'accusa di concussione, truffa aggravata e peculato, è stato trovato uno squallido contratto che prevedeva del sesso per 4 volte al mese, pagato, ovviamente, 36 mila euro l'anno. Contratto che la stessa segretaria ha controfirmato, dice lei, per paura, davanti ad un magistrato. Intanto dovrà rispondere dall'accusa di essere complice dell'assessore-pappone nel chiedere tangenti ad un imprenditore.

Bieber si ritira

Dopo tutte queste brutte notizie solleviamoci un po' il morale. Justin Bieber in una radio di Los Angeles annuncia che probabilmente smetterà con la musica (ha mai iniziato?), dopo l'uscita del suo prossimo album. Evidentemente i suoi 19 anni di età e ben 4 anni di attività si fanno sentire, chissà come avrà fatto quel Frank Sinatra a fare 63 anni di carriera e smettere a 80 anni. Boh.
Comunque non facciamoci illudere, in un mondo dove il business è una priorità, è molto probabile che il fenomeno del pop (o da baraccone?) mondiale, ha attuato una strategia proprio poco prima la vendita del suo album, che probabilmente le belibers (così si chiamano le fan di Bieber) o più comunemente le bimbeminkia, compreranno proprio perché credono sia l'ultimo del suo amato idolo.
Anche Justin ama molto le sue fans, non lo sapete? Guardate in queste foto come dimostra il suo amore verso di loro:


Si proprio così ha lanciato verso una folla urlante il suo amorevole sputo, e poi ha riso come per dire "guarda che defic...ehm volevo, dire come mi amano".
Di sicuro una delle cose che non ci mancherà, se e sottolineo se, si dovesse ritirare davvero, sarà proprio quel tipo di fans.

Salva slot

Sentite un po' la maggioranza del nostro amato governicchio cos'è stata capace di fare. In pratica il Nuovo Centrodestra ha presentato un emendamento al decreto Salva-Roma, dove lo Stato taglia i trasferimenti in denaro a quei comuni o quelle regioni che emanano norme restrittive contro il gioco d’azzardo, diminuendo così le entrate dell’erario. L’anno successivo, questi enti territoriali subiranno tagli ai trasferimenti che verranno interrotti solo quando le norme e regolamenti “scomodi” saranno ritirati.
Più che decreto Salva-Roma mi sembra Svendi-Italia.

Il povero Andrea Scanzi

Navigando su internet mi sono imbattuto in un post del blog nonleggerlo che ha ispirato la mia attività da blogger. Il post trattava del povero Andrea Scanzi brutalmente sabotato dal cattivone Matteo Renzi che a suo dire gli "saccheggia il libro", lo "insulta" e lo "aggredisce democraticamente".
Tutto scritto QUI. Complimenti a nonleggerlo per lo scoop.

mercoledì 18 dicembre 2013

Cambiano gli scenari politici

In queste ultime settimane gli scenari politici sembrano essersi stravolti. A destra ecco l'avvento dell'Ncd di Alfano che si è staccato dalla tetta di mamma B., il cui simbolo somiglia più al logo di un medicinale che ad un partito politico, in seguito due importanti partiti italiani hanno nuovi e giovani leader, Salvini per la Lega Nord e Renzi per il Pd.
Su questo blog abbiamo già visto i personaggi del Nuovo Centro Destra che di sicuro non lo rendono poi così tanto nuovo (Giovanardi, Formigoni, Schifani, Cicchitto), che poi sono proprio questi con la quale il Pd discute e tiene vivo il governo. Sarà un vero volto nuovo della destra italiana oppure un partitino dove Berlusca ha messo i suoi scagnozzi affinché, da un lato tiene vivo questo governicchio, dall'altro fa una finta opposizione con Fi? Il tempo ce lo dirà.
Ma proviamo ad analizzare i nuovi leader della Lega e del Pd. Salvini nell'ultimo post ho detto che "con lui la Lega sarà ben rappresentata in razzismo, xenofobia e tante altre intolleranze", ma alcune delle battaglie principali che farà durante la sua segreteria pare siano quelle contro l'euro definito "un crimine contro l'umanità" e quello della solita recessione padana. Ha difeso (ma và) le varie malefatte dei leghisti tipo quello dei mutandoni di Cota aggiungendo anche che lo "Stato ladro senza la Lega sarebbe fallito" (????), si certo proprio quella Lega il cui massimo esponente, Bossi per l'appunto, sarà, insieme ai figli, processato per truffa aggravata ai danni dello Stato. Ovviamente insieme oltre ai soliti slogan "sovranità padana", "Italia vaffanculo" e "la Padania non è Italia", si è aggiunto anche il delirio ormai sempre più frequente, contro i giornalisti avversi che se continueranno così, dice Salvini "li prenderemo a pedate nel culo".
Molto più più tranquillo Renzi, forte del quasi 70% preso alle primarie domenica 8 dicembre. Primarie che pare abbia sconfitto e messo in un angolino molti vecchi volponi del Pd, D'Alema in primis, ma il condizionale è d'obbligo quando si parla di D'Alema e del Pd. Renzi si è soffermato sulla legge elettorale, sulla nuova web tax ed ha lanciato una sfida a Grillo "rinunciamo ai rimborsi se fai le riforme", lanciando l'hashtag (che su twitter sarebbe la parola o frase seguita da #) #beppefirmaqui, ovviamente Grillo lo ha mandato affanculo, ma c'era da aspettarselo.
Riusciranno queste tre compagini ad influenzare in qualche modo il governo Letta?

sabato 7 dicembre 2013

C'è anche la Lega

Dimenticavo che la Lega ha fatto le primarie per scegliere il nuovo segretario, sarà nientepopodimenoche (tutto di un fiato): Matteo Salvini che batte Umberto Bossi con un secco 82% dei voti che erano circa 17 mila. Complimenti alla Lega che sarà ben rappresentata da xenofobia, razzismo e altre varie intolleranze, allo stato puro.

Mandela una morte violentata

E' morto il 5 dicembre Nelson Mandela, i telegiornali italiani ne danno il triste annuncio in seconda serata, oggi è il 7 dicembre, sono passati meno di due giorni, ma la sua immagine di immenso uomo è stata violentata o per usare un termine più brutale stuprata, innumerevoli volte da tutti quelli che non riescono a capire (o non vogliono farlo) che se il Sud Africa può ed ha una speranza è senza dubbio grazie a lui. Tante persone si sono ispirate alla sua lotta per la libertà, ma non solo la lotta dei neri per avere gli stessi diritti dei bianchi, ma quella di tutti gli uomini affinché abbiano gli stessi diritti. Quando si pensa a lui si deve pensare ad un grande uomo che ha fatto ventisette anni di galera senza mai rinunciare ai suoi ideali, come nel 1985 quando gli proponevano di uscire se avesse rinunciato alla lotta armata.
Invece mi tocca leggere di discorsi abominevoli di gente che litiga perché uno considera Mandela un "compagno comunista", l'altro un liberale, si minimizza la figura di Mandela in bagarre di destra e sinistra, non capendo che la sua era ed è sempre stata una lotta per la libertà ed uguaglianza razziale, una lotta contro l'apartheid.
Oppure vediamo le pagine del sito de Il Giornale che ci propone questo titolo:


Padre dell'apartheid?? Ma prima di scrivere articoli mi domando se si conosce il soggetto su cui si scrive.
Come se non bastasse a stuprare il ricordo di questo grande uomo si ci mette un consigliere comunale di Verona, il partito a cui appartiene manco a dirlo è la Lega Nord, guardate cosa è in grado di scrivere:


Complimenti a tale Francesco Vartolo, che ha avuto i suoi 10 minuti di notorietà, in negativo ovviamente, ma meglio di niente.
Gli fa eco un altro bel personaggio, un certo Luca Castellini ex candidato sindaco di Verona di Forza Nuova, il partito che scrive fino alla vittoria (hasta la victoria) sulle magliette:


Ma quello che fa più schifo sono i beceri commenti sotto al suo.
Dobbiamo parlare inoltre dei paragoni che prima della morte di Mandela si facevano tra lui e Berlusconi? Se siete così simili perché non iniziamo con i ventisette anni di carcere? Va beh ne basterebbero solo due.
Ecco dimostrato in poche parole come un uomo come Mandela viene trattato, perdonali Madiba.

mercoledì 4 dicembre 2013

Poco bunga bunga per Dudù

Oh Madonna Santa! Siamo arrivati addirittura a questo, che il piccolo Dudù oltre che stressato non formica abbastanza! Salvate questo povero cane!!

Leggete qui: il blog di Dudù!

Crozza a Ballarò il 03-12-2013

Una delle più grandi performance di Maurizio Crozza, è bene che tutti la vediate.


martedì 3 dicembre 2013

Il povero Dudù

Spulciando su internet ho visto ancora una volta quanta decadenza (non politica) e svalutazione c'è in giro, soprattutto nei media italiani, i problemi non sono più i precari, lo spread, imu, tuc, iuc, no, ma la salute del povero Dudù, sarà depresso come dice l'asl o sta benissimo come afferma il suo veterinario personale?
Qui riporterò una pagina del blog di Dudù che descrive tutto a meraviglia, eh la gente vuole sapere come sta questo povero cagnolino.

Gli animalisti: “Dudù sta male, troppi pasticcini, ora mandiamo l’Asl ad Arcore!”. Il veterinario di Dudù: “Macché, sta benissimo!”



“Dudù sta male si muove la Asl”. Croce (Aidaa): “Ho dato l’allarme dopo aver ricevuto tre segnalazioni”
Avvisate Silvio Berlusconi: la prossima settimana dei pubblici ufficiali busseranno al portone di Palazzo Grazioli con un mandato in mano. Ci siamo? Manette? No: nell’attesa che le varie procure che sono «sul pezzo» facciano la prima mossa, ora che l’ex premier non è più senatore, i primi a presentarsi a via del Plebiscito saranno i veterinari dell’Asl di Roma.
Lorenzo Croce, il presidente dell’associazione animalista «Aidaa» ieri mattina ha inviato all’Asl Roma A le segnalazioni che sostiene di aver ricevuto relative a Dudù, il barboncino di Silvio e Francesca Pascale. E adesso, tocca ai veterinari statali accertare come stanno le cose.
Croce, la sua è una crociata…
«Ma quale crociata: è la prassi. Abbiamo ricevuto tre segnalazioni da altrettante donne, che sostengono di aver lavorato presso la residenza di Berlusconi e di aver notato che Francesca Pascale nutre Dudù con dolcetti e pasticcini. Non solo: le tre donne, che hanno fornito i loro documenti d’identità e che sono state richiamate da noi per verificare le loro utenze telefoniche, sostengono che Dudù sia depresso per lo stress che c’è in casa. Come facciamo in tutti i casi del genere, abbiamo provveduto ad allertare l’Asl perché proceda alle verifiche del caso».
E ora che succederà?
«Succederà che i veterinari, nella loro qualità di pubblici ufficiali, entro qualche giorno procederanno alla verifica di quanto segnalato. I padroni non possono opporsi, è la legge».
Il veterinario di Dudù, Federico Coccia, sostiene che il barboncino sta una meraviglia e che la sua alimentazione è controllata…
«Coccia è un veterinario che stimo. Mi auguro che sia così: se l’Asl dirà che Dudù sta da Dio, mi inchinerò e chiederò scusa».
Croce, lei cerca solo pubblcità.
«Giuro sulla tomba di mia madre che non è così: abbiamo seguito la prassi, come succede per 20 casi al giorno».
Quindi Dudù sarebbe depresso. Colpa della decadenza di Silvio? O dell’addio di Alfano?
«Direi dello stress a cui è sottoposto: sempre in giro, su e giù dall’auto, in braccio a Berlusconi: una sovraesposizione mediatica che potrebbe fargli male. Il cane non è un antistress. Se l’Asl accerterà uno stato di prostrazione, dovrà essere curato da uno psicologo comportamentista».
Lei infierisce su una famiglia già abbastanza sotto tiro…
«Nessuna cattiveria nei confronti di Berlusconi: se volevo essere cattivo avrei presentato una denuncia alla Procura. Da quando è uscita fuori questa storia, che tra l’altro sarebbe trapelata appena la segnalazione è giunta all’Asl, sono preso di mira sul web».
Che le dicono?
«Di interessarmi anche al cane di D’Alema».
A Monti venne messo in braccio un cane che non era nemmeno suo: ha rischiato uno sdoppiamento della personalità e voi ve ne siete fregati…
«Per niente: abbiamo fatto la segnalazione».
E che è successo?
«Beh alcune Asl rispondono tempestivamente e altre meno».
Torniamo a Dudù: dalle foto sembra in buona forma.
«Le foto dovremmo sapere a quando risalgono».
Beh ci sono quelle del comizio di mercoledì, quando lo si vede affacciato alla finestra…
«Ecco: questo a mio parere è un maltrattamento! Non puoi obbligare questo povero cane a vedere il comizio di Berlusconi».


Ma il suo veterinario smentisce: “Sta benissimo”


Quindi esclude che la segnalazione inviata alla Asl da un’associazione animalista sia fondata.
«Certo che lo escludo. Dudù gode di ottima salute».
Secondo ciò che dice il presidente dell’associazione sarebbero state tre donne di servizio di Palazzo Grazioli a lanciare l’allarme.
«La depressione di un cane può essere diagnosticata soltanto da un medico veterinario, per lo più comportamentalista. Non certo da tre donne di servizio».
Quand’è che un cane è depresso?
«Quando non mangia, non gioca, non ha più funzioni vitali. Sta in un angolo e non si muove».
E questi sintomi li ha mai riscontrati in Dudù?
«Mai. Dudù ha un carattere mite ma corre, gioca con la palla, ha appetito».
L’associazione sostiene che il cane avrebbe un’alimentazione sbagliata e precisa che la Pascale, o altri, gli darebbero da mangiare anche dei dolci. Le sembra possibile?
«Assolutamente no. Niente dolci. Ho prescitto io la dieta a Dudù ed è a base di croccantini adeguati alla sua età e alla sua razza. Sa, ogni cane deve avere un’alimentazione specifica».
Dunque niente Asl.
«Guardi, io manderei la Asl in altre situazioni. Francamente eviterei di far spendere soldi pubblici per andare a controllare Dudù a Palazzo Grazioli».
(Fonte interviste: Il Tempo, 1.12.2013)

lunedì 2 dicembre 2013

Tifosi della Lazio in Polonia

Penso avrete sentito dei 14 tifosi laziali arrestati in Polonia per aver aggredito le forze dell'ordine polacche, nel processo rischiano delle pene pensati come la detenzione.
Anche se non so come finirà questa storia, quindi potrei anche essere smentito dai fatti, ma se le cose stanno così è possibile che l'Italia deve imparare dalla Polonia su come si tratta il problema degli ultras facinorosi?